You’ll never walk alone

Anfield. Entrando nello stadio del Liverpool attraverso lo Shankly Gate, l’entrata dedicata all’eroe locale Bill Shankly, si trova una scritta che campeggia sopra l’entrata in ferro, You’ll never walk alone. Non si tratta di una scritta ornamentale, né una semplice frase motivazione. È qualcosa di più profondo, più dogmatico nella cultura dei Reds.

You’ll never walk alone è una canzone scritta daL paroliere e drammaturgo newyorkese Oscar Greeley Clendenning Hammerstein e musicata da Richard Rodgers per il musical Carousel. La canzone raggiunse un tale successo che negli anni ebbe moltissime cover, tra cui quelle di Frank Sinatra, Johnny Cash ed Elvis Presley. Ma a farla diventare una leggenda ci pensò nel 1963 una band di Liverpool, Gerry and The Pacemakers. La leggenda vuole che un giorno Mardsen, il leader del gruppo, abbia regalato all’allora manager dei Reds, Bill Shankly, una copia del singolo. Shankly si innamorò talmente tanto che lo volle far ascoltare insieme ad altre hit prima delle partite casalinghe del Liverpool. Molti giornalisti ne vennero a conoscenza ed iniziarono a parlare della canzone come del nuovo inno della squadra. Ma fu nel 1965 che il mondo la scoprì. Nel 1965 durante la partita Liverpool-Leeds United il telecronista della BBC, Kenneth Wolstenholme, ignaro della portata storica di quel momento, decise di restare in silenzio per qualche minuto mentre la Kop cantava You’ll never walk alone. Da allora in tutte le partite all’Anfield, quando la Kop canta tutti gli altri restano muti.

Ma il Liverpool non è l’unica squadra che vanta questa canzone come inno. Il Glasgow Celtic ne rivendica la “proprietà”, ma in realtà si pensa che iniziò ad usarla dopo la semifinale di Coppa delle Coppe del 1996 giocata proprio con il Liverpool. Sono in molte però, a cantarla anche se oltre ad il Celitc, solo il Borussia Dortmund ha il “permesso” di farlo in presenza dei tifosi dei Reds. Non a caso, You’ll never walk alone è stata la protagonista di una delle scene più emozionanti degli ultimi anni. Durante i quarti di finale di Europa League 2015/2016 i tifosi di entrambe le squadra, uniti da un gemellaggio quarantennale, diedero a quella notte una sola voce.

Walk on, walk on
With hope in your heart
And you’ll never walk alone

È tutto qui. Questo è il significato del verbo “tifare”.

About

Essere gentleman non è una moda, è uno stile. É il nostro modo di stare al mondo. Continua a leggere

Un grande giocatore vede autostrade dove altri solo sentieri. Vujadin Boskov<