var germania

In Germania il VAR si spiega in diretta su Twitter

Appena resa nota l’ultima novità della Bundesliga, ovvero l’aver creato un account Twitter che cinguetti direttamente dalla sala VAR, é scoppiata in giro per il mondo una discussione accesissima su cosa comporti questa scelta straordinaria.  In sostanza, la novità, portata avanti dalla Bundesliga, consisterebbe nell’avere all’interno della stanza VAR un autore pronto a descrivere velocemente le ragioni delle scelte arbitrali. 

var germania

Accaduto un episodio in campo, se l’arbitro riterrà opportuno consultare il VAR o se sarà richiamato dal VAR, la scelta presa nella sala di controllo sarà raccontata in diretta, spiegandone le ragioni e le considerazioni ritenute importanti ai fini della decisione. Un fallo di mano? Una spinta sospetta? Un rigore assegnato o meno? Tutte le decisioni valutate del VAR saranno raccontare in diretta dall’account DFB-Schiedsrichter.

La novità consisterebbe nell’avere all’interno della stanza VAR un autore pronto a descrivere velocemente le ragioni delle scelte arbitrali

A dir il vero in via sperimentale questa comunicazione in diretta delle scelte arbitrali è già stata sperimentata durante la partita Mainz-Borussia Monchengladbach, giocata Sabato 24 ottobre. Per un fallo di mano di Niakhaté considerato involontario dal campo, l’arbitro ha deciso di richiedere un parere alla cabina di regia; dopo aver rivisto le immagini e consultato gli altri collaboratori, l’arbitro ha deciso di assegnare il calcio di rigore, ribaltando le considerazioni fatte un attimo prima. Pochi secondi dopo sul profilo Twitter del super arbitro della Bundesliga é comparsa la giustificazione di questa scelta, o almeno la motivazione principale.

Se aveste voglia di approfondire e di seguire il profilo @dfbschiris, vi accorgereste che sia per capacità comunicativa che per sintesi la spiegazione spesso si riduce solo all’esplicazione del tipo di fallo. Poche sorprese insomma, niente di particolarmente eclatante. Divertenti, invece, i commenti che si possono leggere sotto le scelte arbitrali, che contraddicono la proverbiale razionalità del popolo discente di Hegel e Kant.

Tutte le decisioni valutate del VAR saranno raccontare in diretta dall’account DFB-Schiedsrichter

Ma quali sono state le motivazioni che hanno portato a questa scelta? 

La prima considerazione è che siamo di fronte all’ennesima trovata per avvicinare un evento dal vivo al mondo dei social, come se non bastassero le infografiche a volte improbabili dei club durante le partite. In un mondo che ormai vede nel social l’unico successo di immagine la mossa sembra comprensibile. 

twitter manchester city
Qualche giorno fa l’account Twitter del Man. City è stato cancellato per errore

Quel che appare meno comprensibile è cosa dovrebbe suscitare nei tifosi la lettura in diretta delle scelte arbitrali. Dovrebbe essere questo un modo per rendere il calcio più trasparente? In molti pensano di sì, ma i dubbi, invece, che diminuire aumentano. Se già in politica l’effetto “trasparenza” ha prodotto mostri tali da far invidiare la politica dei regnanti francesi pre-rivoluzione, ci si chiede cosa potrebbe succedere nel calcio, dove per fortuna è bello tenersi la propria idea anche di fronte all’evidenza. Vogliamo trasformare il calcio in una scienza esatta? Se non siamo riusciti a trasformare la psicologia in un simile pacchetto, non si immagina il perché di questa volontà bizzarra.

proteste var

C’è anche un’altro particolare non trascurabile: e se la scelta presa dalla cabina di regia fosse irremissibilmente sbagliata? Cosa succederebbe? Il pubblico ludibrio sarebbe incontenibile, se ci limitasse al ludibrio.

Per fortuna c’è anche chi scherza: tra chi la trova una boutade e chi una buffonata, c’è chi azzarda che in Italia non arriverà mai vista la scarsa trasparenza dei nostri arbitraggi. Sindrome tutta italiana quella del complottismo senza freni; questa volta, però, fa sorridere pensando al nostro passato (pensate solo al recente brutto caso di Calciopoli).

E se la scelta presa dalla cabina di regia fosse irremissibilmente sbagliata? Cosa succederebbe?

Ad ogni modo visto il tiepido successo ottenuto in Germania, pare molto lontana l’eventualità che questa innovazione si espanda in tempi brevi nel resto d’Europa, anche se ovviamente il dibattito è già partito.

About

Essere gentleman non è una moda, è uno stile. É il nostro modo di stare al mondo. Continua a leggere

Un grande giocatore vede autostrade dove altri solo sentieri. Vujadin Boskov<