Lindsey Vonn

Lindsey Vonn, una storia da record

Al nome di Lindsey Vonn è inscindibilmente associata una parola: record. La carriera dell’atleta statunitense è, infatti, costellata di vittorie che ne hanno messo in luce la tempra e la tenacia. La sua carriera sembra essere parte del suo destino fin dalla sua nascita, che la vede figlia dello sciatore Alan Lee Kildow, vincitore di un titolo juniores ma che  dovette abbandonare la carriera agonistica a causa di un infortunio; più fortunata sarà la figlia che dall’età di 2 anni non abbandonerà mai più le piste da sci.

Lindsey Vonn
Lindsey Caroline Vonn

Un talento innato che comincia a far parlare di sé nel 1999, quando, all’età di 15 anni, Lindsey vince lo slalom speciale al Torneo Topolino, in Italia. In quello stesso anno esordisce anche in Nor-Am-Cup. La carriera di Lindsey Kildow – il cognome Vonn lo acquisirà dal marito, lo sciatore Thomas Vonn nel 2007 – si presenta brillante e la sciatrice comincia ad accumulare vittorie su vittorie, medaglie e punteggi che la portano ben presto a fronteggiarsi con le atlete più forti al mondo. Ma il vero successo della Vonn arriva nella stagione 2009-2010. Infatti, il 15 Novembre del 2008 Lindsey Vonn ottiene la sua prima vittoria in una specialità tecnica, aggiudicandosi lo slalom speciale di Levi, grande traguardo per la sciatrice che nel febbraio successivo partecipa ai mondiali di Val- d’Isère, aggiudicandosi ben due medaglie d’oro, rispettivamente nella Discesa libera e nel Supergigante.

Lindsey Vonn

L’euforia dei festeggiamenti è talmente grande che Lindsey si ferisce alla mano destra tentando di stappare una bottiglia di spumante con la lamina degli sci. Tuttavia, questo non la ferma e poco dopo arriva il primo dei tanti record dell’atleta statunitense; dopo la 19° vittoria in Supergigante a Tarvisio, la Vonn è ufficialmente la statunitense più vincente nel massimo circuito internazionale: una forza della natura, che sa legare un talento innato a una tenacia fuori dal comune. Questa costanza sarà un tratto distintivo nella carriera dell’atleta che, nonostante una contusione alla tibia causata da un incidente durante gli allenamenti, nel 2010 vince la medaglia d’oro nella discesa libera ai Giochi Olimpici di Vancouver.

Lindsey Vonn

Intanto la Vonn ha eguagliato un altro record: nel 2009 conquista sei successi consecutivi in gare  veloci, in particolare, compiendo un’impresa quasi impossibile: vince tre gare in tre giorni nel fine settimana ad Haus. Gli occhi del mondo dello sport sono tutti su quest’atleta che sembra inarrestabile e invincibile e sta riscrivendo la storia dello sci con le sue regole, e Lindsey, ancora una volta non delude nessuno. È il 12 marzo del 2010 quando vince l’ultimo Supergigante della stagione a Garmisch-Partenkirchen, vittoria che sommata alle precedenti le permette di scrivere un altro capitolo della sua storia: è ufficialmente l’atleta più vittoriosa nel mondo sciistico USA. Ma la Vonn non è ancora contenta e, quando il 22 Ottobre 2011 vince lo Slalom Gigante d’apertura a Sölden, entra di diritto in quel piccolissimo gruppo di atlete (e atleti) che hanno ottenuto medaglie e vittorie in tutte le specialità dello sci: un altro record da aggiungere alla sua lunga lista.

Tuttavia, Lindsey Vonn riesce a fare ancora di più. Åre, 9 Marzo 2012. La sciatrice conquista la quarta Coppa del Mondo, seguita a breve dalla Coppa di Supergigante: scrive ancora una volta la storia. Da quel momento Lindsey Caroline Vonn è la sciatrice con più vittorie in assoluto in questo sport, titolo che ancora oggi mantiene saldamente.

Un’atleta da record che ha dedicato la sua vita allo sci ma non solo: Lindsey ha dato alla luce la fondazione Lindsey Vonn con l’obiettivo di aiutare le donne di domani. Il messaggio che la campionessa ha voluto trasmettere a tutte le donne con la sua fondazione è molto chiaro: realizzare i propri sogni attraverso il duro lavoro e la dedizione, sulle piste da sci e nella vita.  Ed è per questo che la Vonn continua ad impegnarsi ogni giorno affinchè tutte le donne abbiano la stessa opportunità di trasformare in realtà i propri sogni. Da dicembre 2020 un nuovo progetto ha visto la campionessa in prima fila, questa volta accompagnata da due vecchie conoscenze della Vonn: Red Bull e Briko®, suoi sponsor da diversi anni. Insieme hanno realizzato il nuovo casco limited edition Vulcano RB LVF FIS 6.8, che è legato alla sciatrice americana per più ragioni.

Per prima cosa il casco è dotato della tecnologia Protetto™ System, brevettata da Briko® proprio in seguito ad un brutto incidente in pista della Vonn: questo sistema permette di attutire meglio i colpi soprattutto nella parte posteriore del cranio, contribuendo notevolmente a diminuire il rischio di trauma cranico. Inoltre, l’intero ricavato della vendita del nuovo casco sarà devoluto alla Lindsey Vonn Foundation per finanziare l’istruzione, l’attività sportiva e le attività culturali delle donne di domani. Lindsey Vonn è un’atleta da record sia che si tratti di sci che di filantropia.

About

Essere gentleman non è una moda, è uno stile. É il nostro modo di stare al mondo. Continua a leggere

Un grande giocatore vede autostrade dove altri solo sentieri. Vujadin Boskov<