Bobo Vieri e Costanza Caracciolo
Bobo Vieri e Costanza Caracciolo

Lo stile del bomber: Bobo Vieri e G-Shock

Bomber, una parola che identifica mille emozioni: il gol dell’ultimo minuto, la sicurezza del vantaggio, le esultanze ironiche, la notorietà e il nome impresso nei ricordi dei tifosi, nelle società e nel muro delle leggende. Bobo Vieri è stato un attaccante formidabile, dai gol alla Juventus, poi la meravigliosa parentesi all’Atletico Madrid e il ritorno in Italia con i gol con la Lazio, passando per la Nazionale, l’Inter e poi la parabola discendente ma non meno affascinante con Milan, Atalanta, Monaco e Fiorentina. Bobo Vieri è forse l’ultimo grande, grandissimo attaccante – scusate, bomber – del calcio italiano. Quanto tempo dovrà passare per ritrovare una punta così? Forse troppo, forse mai, ma Vieri e G-Shock provano a scandire insieme il tempo dell’attesa.

Nonostante la sua brillante carriera sportiva, Bobo Vieri si è distinto fin dagli esordi per essere riuscito ad entrare nel cuore del pubblico come personaggio, oltre che come grande calciatore. Lo stile di vita “da bomber“, ha posto Bobo al centro delle cronache più spesso di quanto lo stesso Vieri desiderasse: le sue frequentazioni, i suoi amori e la sua vita privata sono stati a lungo sulla bocca di tutti. Una vita talmente al centro della scena da spingere lo stesso club interista a far pedinare lo sportivo, salvo poi essere denunciato per danni piscologici. Tuttavia, lo stile di vita di Bobo Vieri ha segnato un’epoca e ha rappresentato un modello per molti giovani a cavallo tra la fine degli anni Novanta e i primi anni Duemila; uno stile di vita fatto di lusso, serate esclusive, belle donne. Bobo Vieri è stato a lungo considerato “il calciatore per eccellenza”, l’essenza di quel modo di vivere la vita che, nell’immaginario comune, viene legato agli sportivi.

Bobo Vieri e Costanza Caracciolo
Bobo Vieri e Costanza Caracciolo

Uno stile di vita di cui, però, Bobo ha dovuto pagare il prezzo: l’insonnia e la depressione lo hanno accompagnato a lungo e spesso lo hanno quasi spinto a lasciare il calcio nel suo momento di gloria. Nel 2009 appende le scarpette al chiodo ma non lascia il calcio; continua a lavorare nel settore in show televisivi e radiofonici. Il bomber sembra aver cambiato vita: è papà di due bambine, sembra più sereno e la depressione di una volta pare scomparsa per sempre. Oggi, a 11 anni dal suo ritiro dal calcio giocato, Vieri continua ad interagire attivamente con il suo pubblico, soprattutto, tramite i social, ed è, ancora oggi, uno dei personaggi più amati e seguiti. Per questo motivo G-Shock ha deciso di collaborare con il campione per lanciare la viral challenge di Natale, Boboshock. I fan del calciatore saranno indistruttibili quanto il loro idolo?

Ancora una volta Vieri si dimostra un campione indiscusso in una serie di video nei quali mostra la sua resistenza indistruttibile e invita i suoi fan a sfidarlo ma, soprattutto, a diffondere il messaggio e a lanciare la sfida a tanti altri indistruttibili. La challenge, attiva sui social di Vieri e di G-Shock, è valida dal 1 al 24 Dicembre.

Gli orologi G-Shock, indistruttibili per definizione, sono in pieno “stile bomber”: per la collezione sono stati selezionati il GA-2100 in cassa ottagonale, il classico GA-110 nella sua versione holiday in black&gold e il GA-900 con cassa tonda. Modelli sportivi, resistenti ma dallo stile innovativo e ricercato: unici proprio come il testimonial che li rappresenta.

Perché, ancora una volta, Bobo Vieri, si mostra nelle caratteristiche che lo distinguono: tecnica impeccabile, resistenza senza precedenti e incapacità di arrendersi. Le caratteristiche di un vero campione.

About

Essere gentleman non è una moda, è uno stile. É il nostro modo di stare al mondo. Continua a leggere

Un grande giocatore vede autostrade dove altri solo sentieri. Vujadin Boskov<